La IULM inizia una ricerca a livello nazionale sull’uso dei social media

L’iniziativa parte da Guido Di Fraia, responsabile scientifico del “Master Social Media Marketing” della Facoltà di Comunicazione, Relazioni Pubbliche e Pubblicità della Libera Università di Lingue e Comunicazione IULM.

Niente di meglio che riportare le sue esatte parole, che spiegano il valore della iniziativa.

“Il Master in Social Media Marketing dell’Università IULM, di cui sono responsabile scientifico, sta conducendo una ricerca approfondita sull’utilizzo dei social media (Facebook, YouTube, Twitter, Linkedin, ecc.) da parte delle aziende italiane.
L’indagine, che per metodologia e struttura si propone di diventare un osservatorio permanente sul tema, si sviluppa su due fasi. La prima fase, di tipo desk (già conclusa) è stata realizzata analizzando i siti web di un campione casualmente estratto di 720 aziende italiane afferenti a 6 settori di attività. La seconda fase, di tipo quantitativo, per la quale richiediamo la vostra collaborazione, è realizzata attraverso un questionario compilabile direttamente sul web. La compilazione del questionario, che trovate al link qui sotto non richiede più di 5 minuti. Dato che con la ricerca vorremmo ottenere una fotografia attendibile del modo con cui le aziende del nostro paese si relazionano con i social media, siamo estremamente interessati a sapere come tali mezzi vengono usati o non usati dall’azienda in cui opera e la preghiamo pertanto di rispondere anche solo per dirci che non utilizzate tali ambienti per attività di marketing o comunicazione con i clienti (in questo caso la compilazione del questionario richiederà davvero solo pochi istanti!). I dati raccolti attraverso il questionario online saranno analizzati in forma aggregata e i risultati presentati in modo del tutto anonimo. Partecipando all’iniziativa, e diffondendo il questionario in rete, oltre a offrire il vostro contributo ad un lavoro di ricerca che, a quanto ci risulta, è unico nel nostro paese, avrà tra l’altro la possibilità di ricevere il rapporto conclusivo dell’indagine in anticipo rispetto alla sua presentazione pubblica.”

Potete partecipare al questionario cliccando qui.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...